​Serie B: Elite prima dopo la regular season

26 febbraio 2024

Vincendo in casa di Roma Team Up Introna e compagne hanno conquistato il primato regionale.

Sei anni dopo, rieccoci qua. Ne è passata di acqua sotto i ponti da allora, ma finalmente alla posizione numero uno della classifica della serie B femminile c’è scritto di nuovo Elite Basket Roma. Ovviamente è un risultato tutto da confermare, visto che c’è ancora da affrontare il girone interregionale con le squadre umbre e marchigiane e l’eventuale successiva final four, ma intanto il primato è là, sotto gli occhi di tutti e bello da guardare. Sedici le vittorie al termine della regular season a fronte di due sole sconfitte, arrivate peraltro di strettissima misura, una di un solo punto (contro Frascati, l’unica sconfitta casalinga) e l’altra al supplementare in casa di quel San Raffaele lungamente capolista e poi superato nello scontro diretto della penultima giornata al Pala Colle. Una performance straordinaria ottenuta da una squadra in crescita costante lungo tutta la stagione, unita dentro e fuori dal campo, diretta magistralmente da coach Angela Adamoli e dal suo staff di altissimo livello.

Il sigillo a questa prima parte di stagione è arrivato con la vittoria in casa di Roma Team Up, resasi necessaria a seguito dei due punti conquistati alla vigilia dal San Raffaele nello scontro interno contro Frascati. È stato un successo tutto sommato agevole, con le arancionere sotto nel punteggio solo al “pronti via” (0-4) ma poi pronte e reattive per tutto il resto del match, guidate da una Natalia Introna versione extralusso con sette triple a segno (quattro consecutive) e una leadership costante per tutto il match. La svolta è arrivata con il parziale di 13-2 messo a segno a cavallo dei due tempi che ha fruttato il massimo vantaggio di +19 (44-25), in una giornata in cui – ed è questa la forza del gruppo –alcune ragazze hanno sottoperformato ed altre sono state impiegate con il contagocce alla vigilia dell’importante match di ritorno del campionato under 19.

“A π‘–π‘›π‘–π‘§π‘–π‘œ π‘ π‘‘π‘Žπ‘”π‘–π‘œπ‘›π‘’ 𝑔𝑙𝑖 ‘π‘Žπ‘‘π‘‘π‘’π‘‘π‘‘π‘– π‘Žπ‘– π‘™π‘Žπ‘£π‘œπ‘Ÿπ‘–’ 𝑐𝑖 π‘‘π‘Žπ‘£π‘Žπ‘›π‘œ 𝑖𝑛 𝑏𝑖𝑙iπ‘π‘œ π‘‘π‘Ÿπ‘Ž π‘™π‘Ž π‘ π‘’π‘ π‘‘π‘Ž π‘π‘œπ‘ π‘–π‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ 𝑒 𝑖 π‘π‘™π‘Žπ‘¦π‘œπ‘’π‘‘, π‘šπ‘Ž π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘‘π‘–π‘‘π‘Ž π‘‘π‘œπ‘π‘œ π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘‘π‘–π‘‘π‘Ž – π‘ π‘’π‘›π‘§π‘Ž π‘π‘Ÿπ‘œπ‘π‘™π‘Žπ‘šπ‘–, π‘ π‘œπ‘™π‘œ π‘π‘œπ‘› 𝑖𝑙 π‘™π‘Žπ‘£π‘œπ‘Ÿπ‘œ 𝑠𝑒𝑙 π‘π‘Žπ‘šπ‘π‘œ – π‘ π‘–π‘Žπ‘šπ‘œ π‘Žπ‘Ÿπ‘Ÿπ‘–π‘£π‘Žπ‘‘π‘’ π‘Ž π‘“π‘–π‘›π‘–π‘Ÿπ‘’ 𝑖𝑛 π‘‘π‘’π‘ π‘‘π‘Ž 𝑖𝑙 π‘π‘Žπ‘šπ‘π‘–π‘œπ‘›π‘Žπ‘‘π‘œ π‘Ÿπ‘’π‘”π‘–π‘œπ‘›π‘Žπ‘™π‘’. πΏπ‘Ž π‘ π‘œπ‘‘π‘‘π‘–π‘ π‘“π‘Žπ‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ è π‘‘π‘Žπ‘›π‘‘π‘Ž, π‘π‘’π‘Ÿ π‘™π‘Ž π‘π‘Ÿπ‘’π‘ π‘π‘–π‘‘π‘Ž π‘‘π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘ π‘žπ‘’π‘Žπ‘‘π‘Ÿπ‘Ž 𝑒 𝑑𝑖 𝑑𝑒𝑑𝑑𝑒 𝑙𝑒 π‘‘π‘Žπ‘›π‘‘π‘–π‘ π‘ π‘–π‘šπ‘’ π‘”π‘–π‘œπ‘π‘Žπ‘‘π‘Ÿπ‘–π‘π‘– π‘β„Žπ‘’ π‘“π‘Žπ‘›π‘›π‘œ π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘‘π‘’ 𝑑𝑒𝑙 π‘Ÿoπ‘ π‘‘π‘’π‘Ÿ, π‘‘π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘ π‘œπ‘π‘–π‘’π‘‘à 𝑒 𝑑𝑒𝑙 π‘šπ‘–π‘œ π‘ π‘‘π‘Žπ‘“π‘“, π‘ π‘’π‘šπ‘π‘Ÿπ‘’ π‘–π‘›π‘ π‘–π‘’π‘šπ‘’ 𝑒 𝑖𝑛 π‘π‘Ÿπ‘–π‘šπ‘Ž π‘™π‘–π‘›π‘’π‘Ž π‘Žπ‘π‘π‘Žπ‘›π‘‘π‘œ π‘Ž π‘šπ‘’. π‘‚π‘Ÿπ‘Ž π‘™π‘Ž π‘ π‘’π‘π‘œπ‘›π‘‘π‘Ž π‘“π‘Žπ‘ π‘’, π‘‘π‘œπ‘£π‘’ π‘›π‘’π‘ π‘ π‘’π‘›π‘œ 𝑐𝑖 π‘Ÿπ‘’π‘”π‘Žπ‘™π‘’π‘Ÿà 𝑛𝑖𝑒𝑛𝑑𝑒, π‘šπ‘Ž π‘π‘œπ‘› 𝑙’π‘œπ‘Ÿπ‘”π‘œπ‘”π‘™π‘–π‘œ 𝑑𝑒𝑙 π‘™π‘Žπ‘£π‘œπ‘Ÿπ‘œ π‘“π‘Žπ‘‘π‘‘π‘œ 𝑒 π‘‘π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘π‘œπ‘ π‘–π‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ π‘Žπ‘π‘žπ‘’π‘–π‘ π‘–π‘‘π‘Ž n𝑒𝑙 πΏπ‘Žπ‘§π‘–π‘œ π‘™π‘Ž π‘Žπ‘›π‘‘π‘–π‘Žπ‘šπ‘œ π‘Žπ‘‘ π‘Žπ‘“π‘“π‘Ÿπ‘œπ‘›π‘‘π‘Žπ‘Ÿπ‘’ π‘π‘œπ‘› π‘™π‘Ž π‘šπ‘Žπ‘ π‘ π‘–π‘šπ‘Ž π‘’π‘šπ‘–π‘™π‘‘à: 𝑙’π‘œπ‘π‘–π‘’π‘‘π‘‘π‘–π‘£π‘œ π‘Ÿπ‘’π‘ π‘‘π‘Ž π‘žπ‘’π‘’π‘™π‘™o 𝑑𝑖 π‘‘π‘–π‘£π‘’π‘Ÿπ‘‘π‘–π‘Ÿπ‘ π‘– 𝑒 𝑑𝑖 π‘šπ‘’π‘Ÿπ‘–π‘‘π‘Žπ‘Ÿπ‘π‘– π‘ π‘’π‘šπ‘π‘Ÿπ‘’ 𝑠𝑒𝑙 π‘π‘Žπ‘šπ‘π‘œ 𝑙𝑒 π‘›π‘œπ‘ π‘‘π‘Ÿπ‘’ π‘£π‘–π‘‘π‘‘π‘œπ‘Ÿπ‘–π‘’”, è il commento di coach Angela Adamoli.
 
ROMA TEAM UP-ELITE BASKET ROMA 48-62 (12-16, 8-17, 11-11, 17-18)
Roma Team Up
Leghissa 7, Belluzzo 19, Manocchio 3, Diagne 6, Brandimarte, Colombini, Del Piano 8, Busca, Lami 3, Bellacci 2
EliteMascetti, Bui 3, Uggen 2, Panniello 2, Carrasco 2, Barsotti S. 2, Barsotti N., Bellavia 3, Introna 28, Giuliobello, Sestito 11, Galea 10

Altre Pagine

15 aprile 2024

La finale regionale la vince il Basket Roma, ora il concentramento nelle Marche.

 
08 aprile 2024

La serie B supera largamente Senigallia, mentre la Divisione regionale 1 passa sul parquet di Sermoneta.

 
25 marzo 2024

Le più piccole si giocheranno il titolo regionale il 14 aprile, doppio confronto con la Bull per le grandi.

 
Elite Basket Roma ssdrl
Via dell'Imbrecciato, 181
Roma
00148
Tel: 3888753897
P.iva: 14338091003
Cf: 97935030581