Serie B: è un’Elite sempre più “verde”. Barberini: “progressi costanti ed evidenti”

pubblicato in: NEWS | 0

Rachele Porcu, classe 2003, 17 minuti a partita. Heloise Azzola e Sarah Edjekpan, classe 2004, rispettivamente 15 e 10 minuti a partita. Francesca Bui, Marzia Okereke e Sofia Bosman, classe 2005, rispettivamente 16, 9 e 6 minuti a partita. Senza dimenticare le sei presenze di Emma Mazzali, classe 2004, e le quattro di Elizabeth Hastings, altra classe 2005. Sono nomi e numeri che parlano da soli quelli della “verdissima” serie B di Elite Basket Roma, che guardando la classifica ma soprattutto i progressi delle tante ragazze inserite nel roster – e con un ruolo di settimana in settimana più importante – sta vincendo la sfida lanciata a inizio anno: quella di affrontare restando competitivi il campionato cadetto con un gruppo dall’età media molto bassa, fatto in pratica di under 16 e di poche senior in grado di assumersi le giuste responsabilità in partita e di assecondare la crescita mentale e tecnica delle più giovani. Anzi, si può dire che i miglioramenti di queste ultime sono andati oltre le più rosee aspettative, tanto da erodere meritatamente il minutaggio di alcune atlete che non se la sono sentita di reggere la sfida preferendo continuare altrove il loro campionato. Era tutto scritto e previsto nel progetto Elite Academy lanciato proprio in vista della stagione agonistica in corso e “fa piacere – commenta il direttore tecnico di Elite Basket Roma, Maurizio Barberini – constatare che quanto avevamo immaginato stia diventando realtà. I progressi delle nostre ragazze sono costanti e sempre più evidenti, al di là degli alti e bassi che inevitabilmente la giovane età comporta. Merito loro, nessuno vuole regalare loro nulla, ma anche delle atlete più esperte che prendono ad esempio e che sono coinvolte al 100% in questo progetto e gratificate dal loro ruolo e dai miglioramenti che aiutano a realizzare”. Giovanissima età, insomma, può fare tranquillamente rima con risultato e le atlete di Elite cercheranno di dimostrarlo anche sabato prossimo, quando al Pala Colle è previsto il derby contro il fortissimo San Raffaele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *